Dr. Brizzi Paolo

L’osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che  basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali  e attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la  prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale (legame tra il cranio, la colonna vertebrale e l’osso sacro) e viscerale (azioni sulla mobilità degli organi viscerali).
L’osteopatia considera l’individuo nella sua globalità e lavora per ristabilire, ove necessario, un corretto equilibrio tra struttura e funzione. Qualora tale equilibrio venga alterato si parla di disfunzione osteopatica, ossia perdita di movimento della zona indagata.
Il trattamento osteopatico può avvalersi di numerosi metodi e tecniche che vengono classificate in tre grandi famiglie:

  • Tecniche strutturali : Consistono nella riarmonizzazione delle articolazioni della colonna vertebrale, delle coste e degli arti superiori e inferiori. Il lavoro di riequilibrio della componente articolare non si limita però alla sola correzione articolare. Grande importanza è data al riequilibrio di tensione della fascia e dei muscoli; condizione fondamentale affinché i risultati delle correzioni articolari si mantengano nel tempo.
  • Tecniche cranio-sacrali : Le tecniche craniali agiscono sul movimento di congruenza fra le ossa del cranio e il sacro, ristabilendone il normale “meccanismo respiratorio primario” consentendo il riequilibrio e l’armonia delle funzioni craniosacrali. Con queste tecniche si agisce in particolare sulla vitalità dell’organismo
  •  Tecniche viscerali : I visceri si muovono in modo specifico sotto l’influenza della pressione diaframmatica. Questa dinamica viscerale può essere modificata (restrizione di mobilità) o scomparire. Applicando una tecnica specifica, l’osteopatia permette all’organo di trovare la sua fisiologia naturale ed i disordini legati alla restrizione di mobilità saranno così corretti. Inoltre esiste da un punto di vista anatomico e funzionale una relazione tra i visceri e la struttura muscolo-scheletrica; una cattiva funzione della struttura (colonna vertebrale), può influenzare uno o più visceri e viceversa.

I MIEI TRATTAMENTI